Voci dai bassifondi

Pubblicato il da orizzonti.over-blog.it

Potrà mai trovare pace la povera Sarah, la ragazzina di Avetrana uccisa e buttata in un pozzo? Pare proprio di no. Ci sono un sacco di persone che vorrebbero "guadagnare" qualcosa da questa morte. Questa ingiusta morte. Guadagnare in visibilità ed in notorietà, in qualche modo. Anche i soliti cinque minuti vanno più che bene. L'ultima notizia è proprio di quest'oggi: il tronista (trattasi di uno che si è seduto su un "trono" mediatico, quello di Maria De Filippi, moglie di Maurizio Costanzo, per trovare una "fidanzata") Giovanni Conversano sarà presente, martedì 4 gennaio, alla presentazione ad Avetrana del calendario in memoria di Sarah.
Conversano è uno dei dodici "artisti" che hanno accettato di farsi ritrarre con i cani randagi che Sarah tanto amava, per realizzare il progetto dell'associazione animalista Chiliamacisegua. Le polemiche non si sono fatte attendere, anche se è stato da più parti ricordato che il ricavato della vendita del calendario verrà devoluto per la creazione di un canile, come era nei sogni della ragazzina di Avetrana. Ad orchestrare tutto Claudio Scazzi, fratello di Sarah nonchè fondatore dell'associazione "Sarah per sempre".
Proprio quel Claudio Scazzi che, andando ad Avetrana per i funerali della sorella, ha pensato bene di fermarsi negli studi di Roma per comparire ad uno dei tanti programmi-verità (o presunti tali) che, in quei giorni, campavano della rendita della morte della povera Sarah. Lo stesso Claudio che, stando a quanto ha affermato quella volpe di Lele Mora, si sarebbe proposto per entrare nel mondo dello spettacolo. Sempre sfruttando l'onda della morte della sorella, che avea già permesso a Sabrina ed allo zio Michele di assurgere ai cosiddetti "altari" mediatici, per quanto ciò sia stato fatto in modo discutibile e francamente riprovevole.
Secondo "Il Corriere della Sera", il presidente della pro loco di Avetrana, Emanuele Micelli, ha vivamente criticato l'amministrazione comunale di Avetrana che ha fatto affiggere manifesti per la presentazione del calendario sui randagi, agitando, quale specchietto per le allodole, proprio Conversano. Micelli riferisce di aver appreso "da internet che questo calendario è stato presentato il 16 dicembre in una notissima discoteca della Milano da bere, l'Holliwood Living, alla presenza anche di istituzioni del Comune di Avetrana. Un contesto molto diverso da quello della realtà avetranese e soprattutto non adeguato assolutamente alla tragedia della nostra piccola Sarah".
L'evento avetranese si svolgerà, come detto, il 4 gennaio nell'Oratorio del Sacro Cuore. Ci sarà, ovviamente, Claudio Scazzi ed il sindaco di Avetrana, Mario De Marco. Purtroppo ci sono ancora tristi figuri che, sulla storia di Sarah, si ritengono in diritto di ricavarci qualcosa.
Non so, a questo punto, chi sia più squallido tra chi ha ucciso Sarah e chi continua a sporcarne il ricordo in questo modo.

Con tag Società civile

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post