Un re nudo, un magnaccia e troppe vacche

Pubblicato il da orizzonti.over-blog.it

Le cose si complicano, per il satrapello di Arcore. A parte il fatto che non tira una gran bell'aria, per i satrapi dell'area del Mediterraneo. Deve essere qualcosa che ha a che vedere con l'effetto serra: l'aria si surriscalda, certe aree s'incendiano.
I pm di Milano hanno chiesto il processo immediato per prostituzione minorile e concussione. D'altronde è stato accertato che non c'è stata solo Karima el-Maghroub, come minorenne, ad Arcore. Si torna a parlare della fatina turchese Noemi Letizia e di un'altra prostituta del "bel mondo", minorenne al momento del suo ingresso in quel di (H)Ar(d)Core. E poi le foto ci sono. Foto che scottano come l'aria del paventato effetto serra. Ne parla il settimanale "Oggi", che racconta di uno "scoop mancato", di una trattativa - legale - saltata. E le immagini scottanti sono quelle della fatina azzurra Noemi - spacciataci per Santa Vergine del Monte Carmelo in lungo e in largo - ospite, ancora minorenne in Sardegna, a Villa Certosa. E immagini della sempre ancora minorenne Noemi Letizia a Palzzo Graziosi.
Ad offrire queste foto pare sia stato Vincenzo Oronzo, fratello di Roberta, amica di Noemi, anche lei minorenne, anche lei ospite - quando era minorenne - nella villa di B. in Sardegna. Oltre alle foto pare ci sia anche un video, che mostra la "vergin pulzella" Noemi che danza scatenata sul palco della residenza sarda di B.. Sempre la vergin pulzella compare in un altro video girato a Palazzo Grazioli, in una camera da letto, dove Noemi apre un armadio pieno di giacche da uomo. Di chi saranno?
Oltre che di foto si mormora anche di altro e di ben diverso tenore: droga. Si tratterebbe del MetilenDiossiMetaAnfetamina (Md) che la soubrettina Sara Tommasi, anche lei intercettata, anche lei nella "vaccheria" di Lele Mora detto Dario, dice che venga "servito" proprio dal vaccaro Mora alle sue "ragazze". E' uno stimolante che favorisce la socialità, ma i cui rischi sono enormi per la salute (si parla di perdita di memoria, crisi di panico, addirittura infarto). Durante una delle conversazioni intercettate la Tommasi afferma, riferendosi a Mora: "Non si sa mai cosa ti mette nel bicchiere". E non solo Md, ma anche la famigerata "droga dello stupro", il Ghb, un anestetico che non fa ricordare nulla di quel che è successo.
"Il Fatto Quotidiano" di oggi, poi, riporta la "vaccheria" di B., vale a dire: nomi, cognomi, immagini e quello scarno - scheletrico - curriculum di coloro che sono entrate nello showbiz grazie a passaggi più o meno ripetuti nel "lettone di Putin". Ragazze senza arte nè parte, se non fosse proprio per quei passaggi nelle residenze di B.. Gente che, con lo spettacolo, c'entra assai poco perchè gli artisti - quelli veri - sono altri. Queste qui sono mignotte o aspiranti tali, che non provano il minimo sussulto di orgoglio e dignità, nel mostrarsi pubblicamente e in pose pseudo-erotiche. Molte di loro provengono da un'altra, "illustre", vaccheria: quella di Lele Mora detto Dario. Una, che presto "naufragherà" (ma non per sempre, ahinoi!) sull'Isola dei Famosi, è addirittura imparentata con camorristi di maniere piuttosto rudi. Folto è il "parterre" delle ex Gf (dove Gf sta per "Grande Fratello", ovviamente...).
Le ombre si allungano, oscure, sulla società italiana. Stiamo scoprendo il volto retrogrado e pecoreccio del paese. Questo non è un paese per donne, si direbbe a leggere queste notizie. Andiamo a puntare il dito contro i paesi islamici per la repressione nei confronti delle donne e poi diamo esempio, al negativo, di come vengono trattate le medesime donne nel nostro Occidente spacciato per civile. Urliamo che bisogna (e giustamente) togliere il burqa e qui da noi non togliamo solo il burqa alle donne, ma soprattutto quella dignità che tanto strilliamo debbano ritrovare altrove.
Perchè la colpa, si sa, è un male endemico italiano, è sempre degli altri. Servirà ancora, questa pietosa e infantile bugia, a salvare B. e, nel contempo, a coprire ulteriormente di liquame il paese?

Con tag Società civile

Commenta il post