Libera nos a mala

Pubblicato il da orizzonti.over-blog.it

B.Si è ufficialmente aperta la compravendita di parlamentari in vista del 14 dicembre, dies irae, che vedrà il voto di fiducia all'attuale governo. La compravendita, ovviamente, ha come acquirente potenziale B.
Riporta, oggi, "Il Fatto Quotidiano" che già due deputati dell'Italia dei Valori sarebbero passati nelle file pro-B. Uno di questi è Domenico Scilipoti, sei immobili pignorati, un avviso di garanzia per calunnia e produzione di documenti falsi. Mica male. Un ottimo curriculum per chi intende appoggiare B.. Credo che sia, addirittura, richiesto.
Il debito di Scilipoti ammonterebbe a 200.000 euro e risale a quando era sindaco del comune di Terme Vigilatore, in provincia di Messina. Nelle vesti di sindaco, affida all'ingegner Carmelo Recupero il progetto di un centro medico a tre piani e 61 posti letto, ma l'idea non va in porto e l'ingegnere non sarà mai pagato. Nel 1997 Recupero chiede ed ottiene un decreto ingiuntivo, Scilipoti nega di aver firmato i progetti dell'ospedale perchè era in Brasile, al momento della firma, per lezioni universitarie. Gli avvocati dell'ingegner Recupero, però, dimostrano che Scilipoti si trovava, invece, in comune a presiedere il consiglio comunale.
Nel 2008 il tribunale dispone una perizia calligrafica che conferma che i documenti del famoso ospedale sono proprio firmati da Scilipoti. Nel luglio del 2009 la sentenza di secondo grado stabilisce, tra l'altro, che Scilipoti "sperava di ottenere un finanziamento per l'opera sfruttando la propria carica ed i contatti politici". Proprio in questa vicenda, Scilipoti risulta indagato per calunnia e produzione di falsi documenti. Il mese scorso gli viene recapitato un avviso di garanzia.
Antonio Di Pietro è stato messo al corrente di tutta la vicenda proprio dall'ingegner Recupero, che ha allegato, alla sua segnalazione su Scilipoti, una nutrita documentazione a supporto di quanto affermato.
Ed intanto, il Grande Oriente d'Italia Democratico, nella persona di Gioele Magaldi, scrive una seconda epistola a B..
Se gli "acquisti" di B. sono dello spessore di Scilipoti, vale a dire dello spessore oramai consueto nel partito dell'"ammore", sarà, per l'ennesima volta, un bel parterre. Ladri, truffatori, bugiardi, mignotte, escort e chi più ne ha più ne metta.
Che fine ha fatto la politica italiana. Quasi quasi era meglio la banda della Magliana.

Con tag Politica

Commenta il post