Import escort

Pubblicato il da orizzonti.over-blog.it

La escort RacheleIl leit motiv di questa fine d'anno è: caccia alla escort di Fini. Come se gli italiani non avessero altri problemi. Come se i giornalisti non avessero altro su cui scrivere ed i politici altro a cui pensare. Strano paese, l'Italia, strano davvero.
Questa prostituta d'alto bordo (chiamiamo cose e persone con il loro nome) ha affermato, pur non producendo prova alcuna, di aver trascorso almeno tre notti con la terza carica dello Stato. Il compenso sarebbe stato superiore a 2000 euro più un "bonus" per entrare al "Grande Fratello", pensa un pò! Finora, però, non ci sono prove che documentino queste dichiarazioni "estemporanee".
Oggi "Il Fatto Quotidiano" dedica alla fantomatica prostituta d'alto bordo un corposo articolo. Più che a lei, l'articolo è dedicato a tutto il romanzo rosa che si è costruito su questa faccenda e che potrebbe essere anche una bianca bufala di fine anno. Ad aprire le danze, ad onor del vero, sono stati i due "strilloni" di B., "Libero" (de che? si direbbe a Roma) e "Il Giornale" (di famiglia, meglio aggiungere). Sono stati loro a parlare di una prostituta che ha dichiarato di essersi intrattenuta con Fini. Il nome "d'arte" di questa trentenne è Rachele, scrive "Il Fatto Quotidiano", e sarebbe di Reggio Emilia, la stessa regione di un'altra prostituta, Nadia Macrì, che ha fatto scoppiare lo scandalo del "bunga bunga", fornendo ampi riscontri ai magistrati, che stanno vagliando le sue dichiarazioni.
Rachele, invece, ha registrato solo un videotape di 13 minuti in cui sostiene di aver, giustappunto, trascorso le famose tre notti con Fini. Niente prove, niente riscontri. Un pò come l'attentato a Belpietro di qualche tempo fa, insomma.
Il messaggio registrato, a detta de "Il Giornale" (che, forse, ai tempi di Montanelli lo era davvero, un giornale), contiene anche i dettagli di uno degli incontri con Fini, arrivato in Audi blu con una sorta di guardia del corpo. La escort ha deciso di parlare quando il presidente della Camera non ha mantenuto i patti: non le ha fatto fare "Il Grande Fratello". Pensa un pò!
C'è da dire che la Prefettura di Reggio Emilia, che "Il Fatto Quotidiano" ha contattata, non ha registrato presenze istituzionali nelle date indicate dalla prostituta d'alto bordo Rachele nè ritiene credibili queste dichiarazioni. Fini, ovviamente, ha annunciato querele. La Procura di Milano, competente territorialmente per l'ipotesi di reato di diffamazione a mezzo stampa, ascolterà la "famosa" (e fumosa) Rachele quanto prima.
Intanto, informa "Giornalettismo", la fantomatica Rachele si è organizzata lasciando il numero di telefono di un referente per "contrattare" l'esclusiva oppure per offrire le sue dichiarazioni con relative foto non censurate (come quelle che compaiono sul sito).
Per ora la signorina in questione ha dichiarato alla sua agenzia che vuole fare un calendario. Meglio che si faccia un'agenda, però, visto che di certi incontri, non si sa mai avvenissero sul serio, bisogna tener nota e registro...

Con tag Società civile

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

escort 12/30/2015 11:10

Io ritengo sia vergognoso che con tanti problemi che l'Italia deve affrontare vengano messe in risalto sulla stampa nazionale tali notizie, che io ritengo futili e di poco conto. Concordate con me?