Ci fanno o ci sono?

Pubblicato il da orizzonti.over-blog.it

E poi dicono che al nord non c'è mafia e che i leghisti non hanno niente a che vedere con mafia e mafiosi... Riassumo un articoletto del sito "Il Fatto Quotidiano".
Il protagonista del "fatto" è un assessore leghista ai Lavori pubblici di Lissone, comune brianzolo, e sua moglie. L'assessore si chiama Giuliano Beretta ed ha venduto un appartamento di famiglia. Il compratore di quest'appartamento, altro protagonista, si chiama Fortunato Stellitano, ed è finito nelle patrie galere nell'ambito di un'inchiesta sulla 'ndrangheta a Desio.
Il "bubbone" è scoppiato durante l'ultima seduta del Consiglio comunale di Lissone, che è un comune di "proprietà" della Lega da 15 anni. L'ex vicesindaco del comune, Ruggero Sala, consigliere di una lista civica, ha chiamato "collusi di mafia" quei consiglieri che stavano bocciando la Commissione sulla 'ndrangheta. Il fatto è che non ci sono consiglieri comunali indagati per associazione a delinquere, sicchè se la sono presa tutti a male e sono dovuti intervenire i vigili per calmare gli animi esagitati. Beretta, intanto, apostrofava come "beone" l'ex vicesindaco.
Il tafferuglio, dalle aule comunali, si è spostato direttamente sul piazzale d'ingresso del Municipio, dove Beretta e Sala si sono fronteggiati, tenuti a stento dai vigili, e si sono apostrofati con toni accesi ed esagitati finchè Beretta se ne è tornato a casa, accompagnato prudentemente da qualcuno che fosse meno irritato di lui.
E poi dicono che nel nord la mafia non esiste.
Dicono.

Con tag Politica

Commenta il post